Spondylitis Association of America, Baeten D, Sieper J, Braun J, et al

Spondylitis Association of America, Baeten D, Sieper J, Braun J, et al

Esercizio chiave per rimanere in forma e flessibili

Rimanere fisicamente attivi è importante per mantenere la salute delle articolazioni e del cuore.

Il tuo medico potrebbe indirizzarti a un fisioterapista, che può insegnarti esercizi speciali per mantenere la flessibilità e una postura eretta quando sei seduto e in piedi. Questi possono includere:

Esercizi addominali e per la schiena Esercizi per il range di movimento Allungamenti

Il tuo fisioterapista potrebbe anche consigliarti sulle posizioni per dormire per aiutarti a ottenere un riposo notturno migliore.

Anche eseguire esercizi di respirazione è importante. La spondilite anchilosante può causare cicatrici nei polmoni a causa dell’infiammazione e può anche limitare quanto il torace può espandersi con l’inalazione.

Fare esercizi di respirazione profonda ogni giorno può aiutarti a prevenire un ulteriore irrigidimento delle costole e mantenere la tua capacità di esercizio.

CORRELATI: Esercizi di respirazione per la spondilite anchilosante

Chirurgia riservata per fratture e gravi limitazioni del movimento

La chirurgia spinale viene eseguita raramente su persone con spondilite anchilosante, tranne nel caso di una frattura o se una persona non può raddrizzare il collo.

Tuttavia, potresti trarre beneficio da un intervento di sostituzione articolare se i fianchi o le ginocchia sono stati gravemente danneggiati dalla malattia.

CORRELATO: Sostituzione articolare per spondilite anchilosante: perché e quando?

Come curare la spondilite anchilosante naturalmente

Sebbene non ci siano cure, naturali o meno, per la spondilite anchilosante, ci sono azioni che puoi intraprendere a casa per aiutare a ridurre il dolore e la rigidità, tra cui:

Applicazioni giornaliere con calore umido o freddo L’applicazione di cuscinetti termici umidi su muscoli doloranti e articolazioni rigide più volte al giorno può alleviare il dolore e la rigidità. In alternativa, trascorri del tempo sotto una doccia o un bagno caldo o immergiti in una vasca idromassaggio. Se non ti piace il caldo umido, prova le applicazioni di ghiaccio o impacchi freddi sulle aree dolenti. Assicurati solo di non mettere il ghiaccio sulla tua pelle nuda. Copri invece la pelle con un asciugamano per evitare il congelamento e lascia un impacco di ghiaccio in posizione solo per circa 10 minuti alla volta.

Esercizi di stretching Secondo la Mayo Clinic, esercizi di stretching e movimenti di movimento possono aiutare con flessibilità e incoraggiare una buona postura. Un fisioterapista può insegnarti allungamenti specifici ed esercizi di mobilità per la schiena, i glutei, i fianchi, il collo, le spalle e qualsiasi altra parte dolorosa o rigida del tuo corpo. Ricorda che un allungamento dovrebbe essere come una leggera tensione, non come dolore. Allo stesso modo, quando si eseguono esercizi di mobilità, sposta l’articolazione fino al punto di resistenza, ma non oltre.

L’umorismo della risata è stato a lungo utilizzato come un modo naturale per trattare o far fronte alle malattie. Nel suo libro di memorie Anatomy of an Illness as Perceived by the Patient, l’editore e scrittore Norman Cousins ​​descrive come nel 1964 fosse gravemente ammalato in un ospedale con sintomi acuti di quella che in seguito fu diagnosticata come spondilite anchilosante. Quando il farmaco prescritto dai suoi medici ha causato effetti collaterali intollerabili, ha ideato il suo programma di trattamento, che includeva la visione di episodi della serie televisiva Candid Camera e dei film di Marx Brothers, oltre alla lettura di libri umoristici, per farlo ridere. E gradualmente, i suoi sintomi iniziarono a diminuire, così come i suoi segni di infiammazione.

Cousins ​​non è l’unica persona che ha trovato la risata terapeutica. Uno studio pubblicato nel luglio 2017 nel Baylor University Medical Center Proceedings ha rilevato che anche altri, tra cui lo scrittore Joseph Heller e lo scienziato Stephen J. Gould, hanno usato l’umorismo per sollevare il loro umore quando affrontano malattie gravi. (5) E il dottor Hunter D. «Patch» Adams crede così tanto nel concetto che ha indossato un costume da clown per 45 anni per rallegrare e aiutare a guarire i pazienti in condizioni critiche, compresi i bambini. Adams ha detto: “Il sollievo dei fumetti è un modo importante per le persone felici di dissipare il potencialex farmacia prezzo dolore. «

Yoga Secondo il National Center for Complementary and Integrative Health (NCCIH), le persone che praticano yoga riportano i seguenti vantaggi nel farlo: (6)

Riduzione dello stress Maggiore rilassamento Sentirsi meglio emotivamente Sentirsi motivati ​​a mangiare meglio e fare esercizio più regolarmente

Altre ricerche finanziate dall’NCCIH hanno dimostrato che fare yoga regolarmente aiuta la lombalgia cronica tanto quanto la terapia fisica. (7)

Le linee guida dell’American College of Physicians per la lombalgia includono lo yoga come trattamento per la lombalgia cronica, secondo un documento pubblicato nell’aprile 2017 sulla rivista Annals of Internal Medicine. (8)

Altri metodi mente-corpo Alcuni altri approcci non farmacologici che possono aiutare ad alleviare il dolore e la rigidità includono:

Terapia cognitivo comportamentale Esercizio Riduzione dello stress basata sulla consapevolezza Esercizio di controllo motorio, o esercizi volti a rafforzare i muscoli del tronco che supportano la colonna vertebrale Riabilitazione multidisciplinare Terapia di condizionamento operativo, una forma di terapia comportamentale che si concentra sul rinforzo positivo o negativo, per un articolo pubblicato a giugno 2018 su Biomedicines (9) Rilassamento progressivo, una tecnica per alleviare la tensione muscolare e l’ansia, secondo Michigan Medicine (10) Tai chi

Alcune di queste tecniche possono essere eseguite da soli, come l’esercizio fisico, il tai chi e il rilassamento progressivo, mentre altre richiedono un terapista esperto per somministrarle, come la terapia di condizionamento cognitivo comportamentale o operante. Se una di queste modalità ti interessa, parla con il tuo medico di quali risorse sono disponibili nella tua zona e come sfruttarle.

Fonti editoriali e verifica dei fatti

Wong RSY. Effetti modificanti la malattia dell’uso a lungo termine e continuo di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) nella spondiloartrite. Progressi nelle scienze farmacologiche. Gennaio 2019. Farmaci usati per trattare la spondilite anchilosante e malattie correlate. Spondylitis Association of America. Baeten D, Sieper J, Braun J, et al. Secukinumab, un inibitore dell’interleuchina-17A, nella spondilite anchilosante. Il New England Journal of Medine. Dicembre 2015. Spondiloartrite. American College of Rheumatology. Marzo 2019. Weisse, AB. Umorismo in medicina: la risata può aiutare a guarire? Atti del Baylor University Medical Center. Luglio 2017. Gli americani che praticano lo yoga riportano un benessere migliore, comportamenti salutari. Centro nazionale per la salute complementare e integrativa. Settembre 2017. Yoga simile alla terapia fisica per aiutare la lombalgia in una popolazione urbana diversificata. Centro nazionale per la salute complementare e integrativa. Luglio 2018. Qaseem A, Wilt TJ, McLean RM, et al. Trattamenti non invasivi per lombalgia acuta, subacuta e cronica: una linea guida per la pratica clinica dell’American College of Physicians. Annali di medicina interna. Aprile 2017. Cordier L, Diers M. Learning and Unlearning of Pain. Biomedicina. Giugno 2018. Gestione dello stress: rilassamento muscolare progressivo. Michigan Medicine. Giugno 2018. Mostra meno

Iscriviti alla nostra Newsletter sul dolore cronico!

Le ultime novità sulla spondilite anchilosante

8 cose che le persone con spondilite anchilosante dovrebbero sapere sui vaccini COVID-19

Non è necessaria alcuna preparazione speciale per vaccinarsi contro COVID-19 quando si vive con la spondilite anchilosante.

Di Meryl Davids Landau, 20 aprile 2021

8 modi efficaci per mantenere una mentalità positiva in caso di spondilite anchilosante

Vivere con il dolore cronico della spondilite anchilosante può far cadere chiunque. Impara le tecniche di coping che possono aiutarti a rimanere positivo e ad avere il controllo. . . .

Di Erica Patino, 16 febbraio 2021

8 domande da porre al farmacista sul farmaco per la spondilite anchilosante

Il tuo farmacista può aiutarti a risolvere i problemi relativi all’assicurazione, alle dosi saltate e altro ancora.

Di Quinn Phillips, 24 novembre 2020

Come prevenire il mal di schiena della spondilite anchilosante quando lavori da casa

Anche senza attrezzature o mobili specializzati, puoi rendere la tua routine di lavoro da casa meno faticosa per la schiena.

Di Quinn Phillips, 24 novembre 2020

8 cose che tutte le donne che hanno la spondilite anchilosante devono sapere

Questa forma di artrite infiammatoria è più comune nelle donne di quanto si pensasse in precedenza. Ecco i fatti chiave su come la malattia può avere un impatto sulla vita delle donne. . .

Di Katherine Lee, 17 settembre 2020

Cosa mangiare – ed evitare – per ossa forti se si soffre di spondilite anchilosante

La spondilite anchilosante può aumentare il rischio di osteoporosi e fratture vertebrali, ma una dieta sana può aiutare a proteggere le ossa.

Di Katherine Lee, 17 settembre 2020

I modi migliori per rimanere attivi quando si dispone di nr-axSpA

Questi esercizi possono aiutarti a mantenere una schiena forte e flessibile e rimanere in forma e in salute.

Di Quinn Phillips, 29 maggio 2020

Come avere una gravidanza sana e sicura con nr-axSpA

Assicurarti che la tua malattia sia ben controllata è la chiave per una gravidanza e un bambino sani.

Di Quinn Phillips, 29 maggio 2020

Cosa fare se la spondilite anchilosante colpisce le costole

Dolore toracico e difficoltà respiratorie sono alcuni dei sintomi spaventosi di questa complicanza comune, ma il trattamento e gli esercizi possono aiutare.

Di Katherine Lee, 28 maggio 2020

Esercizio per la spondilite anchilosante: quale dovresti provare?

Rispondi a queste domande per ottenere consigli di fitness esperti da Cara Ann Senicola, fisioterapista e istruttrice di yoga certificata all’ospedale per. . .

Entro il 1 marzo 2019 «

Per prendere le giuste decisioni terapeutiche per te, è importante avere una conversazione aperta e onesta con il tuo medico. iStock; Shutterstock

I farmaci biologici hanno cambiato il modo in cui molte malattie infiammatorie, inclusa la spondilite anchilosante, vengono trattate prendendo di mira l’infiammazione alla fonte. Se hai provato farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) o altre opzioni per la spondilite anchilosante e hai ottenuto risultati limitati, potrebbe essere il momento di prendere in considerazione un farmaco biologico.

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha approvato cinque farmaci biologici chiamati inibitori del fattore di necrosi tumorale alfa (TNF-a) per la spondilite anchilosante. Il TNF-a è una proteina che si ritiene possa innescare la risposta infiammatoria del corpo.

Gli inibitori del TNF interferiscono o bloccano tale risposta, provocando una minore infiammazione. I cinque inibitori del TNF approvati per il trattamento della spondilite anchilosante sono adalimumab, certolizumab pegol, etanercept, golimumab e infliximab.

Gli inibitori dell’IL-17 sono un altro tipo di biologico utilizzato nel trattamento della spondilite anchilosante. Come il TNF-a, l’IL-17 è un tipo di cellula che si ritiene possa innescare l’infiammazione vista nella condizione.

Ad oggi, due inibitori dell’IL-17 – ixekizumab e secukinumab – sono stati approvati dalla FDA per il trattamento della spondilite anchilosante.

Se hai intenzione di parlare con il tuo medico se i farmaci biologici potrebbero essere il trattamento giusto per te, ricorda di:

Essere onesti. Descrivi accuratamente i tuoi sintomi. Se riduci al minimo i sintomi, il tuo medico non sarà in grado di aiutarti a prendere le decisioni migliori per la tua salute. Credi in te stesso. Come con qualsiasi condizione, è importante ascoltare il tuo corpo se hai la spondilite anchilosante. Tu e il tuo medico potete fare le scelte migliori se dite al vostro medico come vi sentite e quali sono le vostre preoccupazioni.

Domande da porre sui prodotti biologici per la spondilite anchilosante

I farmaci biologici possono essere un’opzione se i sintomi della spondilite anchilosante non sono ben controllati da altri farmaci e stanno influenzando la qualità della vita. Se il tuo medico dice che è opportuno prendere in considerazione i farmaci biologici per il tuo piano di trattamento, è importante che tu comprenda appieno questa classe di farmaci e come funzionano. Poni queste domande durante la discussione con il tuo medico per saperne di più sui biologici:

Perché pensi che un biologico sia giusto per me? Chiedi al tuo medico di spiegare cosa rende una persona con spondilite anchilosante un buon candidato per i farmaci biologici e se rientri in quel profilo. Come si determina quale tipo di biologico sarebbe il migliore per la mia condizione? Non tutti rispondono allo stesso modo a ciascuno dei farmaci approvati per il trattamento della spondilite anchilosante, afferma Jonathan Kay, MD, reumatologo, presidente dotato di reumatologia e direttore della ricerca clinica nella divisione di reumatologia dell’UMass Memorial Medical Center e dell’Università del Massachusetts Scuola di Medicina a Worcester. Se uno non funziona, potrebbe essere necessario provarne un altro. Ci sono passi da fare prima di iniziare il trattamento biologico? I farmaci biologici possono reagire a infezioni latenti come la tubercolosi e l’epatite B e C, quindi probabilmente sarai sottoposto a screening per queste condizioni prima di iniziare il trattamento. Il tuo medico potrebbe suggerirti anche altri passaggi, soprattutto se soffri di altre condizioni di salute. Devo continuare a prendere gli altri farmaci che sto assumendo? Quando si considera l’aggiunta di un biologico al piano di trattamento della spondilite anchilosante, è importante rivedere tutti i farmaci, in particolare quelli prescritti da altri medici, nonché eventuali farmaci da banco che si assumono, inclusi integratori ed erbe. Quanto costerà il mio trattamento biologico? Il trattamento con farmaci biologici può essere costoso, ma di solito l’assicurazione copre almeno una parte del costo. Potresti anche chiedere se è disponibile assistenza finanziaria per aiutarti a pagare le cure. Spesso la risposta è sì, quindi se hai bisogno di assistenza, chiedi chi nel tuo studio medico può aiutarti a trovarla, o almeno indicarti la giusta direzione. Come vengono somministrati i biologici? I biologici vengono somministrati tramite un’infusione endovenosa presso uno studio medico o una clinica o tramite iniezione che puoi fare a casa. Chiedi al tuo medico di discutere i pro e i contro di entrambe le opzioni, dice il dottor Kay. Assicurati di chiedere anche quanto spesso dovresti prendere il farmaco, poiché ciò può variare con ciascuna opzione. Un biologico aiuterà con il mio mal di schiena? È stato dimostrato che i farmaci biologici aiutano ad alleviare il dolore alla schiena causato dalla spondilite anchilosante, ma non il dolore al ginocchio, all’anca o agli arti. Chiedi al tuo medico quali sono le tue opzioni se hai bisogno di affrontare anche altri dolori articolari. Come saprò se questo farmaco sta funzionando? Potrebbero essere necessari fino a tre mesi prima di notare un miglioramento dei sintomi. Scopri come verrà monitorato il tuo regime terapeutico specifico e quanto tempo passerà prima di iniziare a notare i risultati. Di quali effetti collaterali dovrei essere a conoscenza? Poiché i biologici influenzano il tuo sistema immunitario, prenderli ti mette a rischio di infezione. Parla con il tuo medico di questo rischio e di qualsiasi altro rischio che puoi aspettarti dall’assunzione di un farmaco biologico. Cosa devo fare se si verificano effetti collaterali persistenti? Sappi in quali circostanze chiamare l’ufficio del tuo medico se stai riscontrando effetti collaterali dal tuo trattamento biologico. È anche importante discutere i passaggi da intraprendere se si verificano effetti collaterali persistenti. Quali sono i prossimi passi, se questo particolare biologico non funziona per me? Poiché ogni farmaco biologico è leggermente diverso, il medico dovrebbe spiegare che potrebbe essere necessario provarne più di uno prima di trovare quello più adatto a te. Quali sono gli effetti a lungo termine dell’assunzione di un biologico? Chiedi informazioni sulle ultime ricerche sui potenziali rischi per la salute legati ai farmaci biologici per la spondilite anchilosante, come un aumento del rischio per alcuni tipi di cancro.

Essere preparati con queste domande specifiche per il tuo medico prima dell’appuntamento può aiutarti a ottenere le informazioni necessarie sui farmaci biologici per la spondilite anchilosante. Alcuni medici hanno anche assistenti medici o infermieri che possono aiutarti a rispondere alle tue domande.